Salta al contenuto principale

International Jazz & Art Performing 5.0.

 

Dal 30 giugno al 28 luglio International Jazz & Art Performing 5.0. Cinque incontri musicali dell’estate 2022.

Splendida rassegna musicale organizzata da Fondazione Zucchelli con l'obiettivo di creare delle relazioni e sinergie tra giovani talenti della musica jazz e professionisti già affermati del mondo della musica. Un pubblico sempre più affezionato fa da cornice a queste 5 serate che ci accompagneranno per buona parte della stagione estiva a Bologna. Gli interpreti protagonisti saranno gli studenti del Dipartimento di Nuove tecnologie e linguaggi musicali del Conservatorio di musica Giovan Battista Martini di Bologna.

QUANDO: 30 giugno e 7-14-21-28 luglio 2022, ore 21.00

DOVE: Zu.Art giardino delle arti di Fondazione Zucchelli

SITO DELLA FONDAZIONE: Fondazione Zucchelli

 

Webform

Privacy Policy

Vista l'informativa Privacy estesa e preso atto che il trattamento dei dati verrà effettuato nei limiti imposti dal Regolamento (EU) 2016/679:

Autorizzo all'iscrizione alla newsletter per l'invio di materiale informativo e promozionale
Promosso in intestazione nel banner
No

Mostra di Sekhmet la Potente

 

L'Egitto è più vicino. Grazie alla generosa collaborazione con il Museo Egizio di Torino la statua della divinità con testa di leone e corpo di donna è in mostra in via del tutto eccezionale al Museo Archeologico di Bologna.
Dall’alto dei suoi 2,13 metri di altezza, la statua vi introdurrà alla visita della collezione egizia, facendovi provare la stessa antica emozione che dovevano provare i sacerdoti dell’Antico Egitto quando entravano nel cortile del “Tempio dei Milioni di Anni” a Tebe, dove la statua svolgeva il ruolo di protettrice.

INFO & PRENOTAZIONI: Musei di Bologna

LUOGO: Museo Civico Archeologico
INDIRIZZO: Via dell'Archiginnasio 2
ORARI: lunedì, mercoledì h 10.00-13.00 giovedì, venerdì h 15.00-19.00 sabato, domenica, festivi h 10.00-19.00 martedì chiuso
COSTO DEL BIGLIETTO: intero € 6 | ridotto € 3 | ridotto speciale € 2 ≥ 18-25 anni | gratuito possessori Card Cultura
TELEFONO PER INFORMAZIONI: +39 051 2757211
E-MAIL INFO: mca@comune.bologna.it

Photo: courtesy Museo Egizio Torino; Giorgio Bianchi.

Webform

Privacy Policy

Vista l'informativa Privacy estesa e preso atto che il trattamento dei dati verrà effettuato nei limiti imposti dal Regolamento (EU) 2016/679:

Autorizzo all'iscrizione alla newsletter per l'invio di materiale informativo e promozionale
Promosso in intestazione nel banner
No

36° Edizione Cinema Ritrovato

 

Dal 25 giugno al 2 luglio 2022 l’amato Festival del Cinema di Bologna torna per la sua 36esima edizione.
Il formato della manifestazione internazionale ritorna a capienza completa, dal vivo e nelle piazze di tutta Bologna. La prenotazione del posto a sedere potrà avvenire online così da consentire a chiunque di programmare la visione dei propri film preferiti e il pass del festival darà accesso illimitato alla maggior parte delle proiezioni e degli eventi.
Gli spettatori del festival potranno anche visitare la mostra Folgorazioni figurative , di cui potete trovare tutte le informazioni qui sul nostro sito.

INFO & PRENOTAZIONI: Il cinema ritrovato

Webform

Privacy Policy

Vista l'informativa Privacy estesa e preso atto che il trattamento dei dati verrà effettuato nei limiti imposti dal Regolamento (EU) 2016/679:

Autorizzo all'iscrizione alla newsletter per l'invio di materiale informativo e promozionale
Promosso in intestazione nel banner
No

Mostra "Ai limiti del mondo"

 

Fotografie e documenti originali d’epoca dai Mondo Movies italiani ’58 - ’74 presenta nello studio - galleria Spazio e Immagini di Bologna una selezione di 30 rare fotografie originali d'epoca sia di scena che di fuori scena oltre a una serie di documenti dei principali Mondo Movies italiani.

I Mondo Movies, genere cinematografico nato in Italia negli anni '50 - '60 sono un ibrido tra il documentario e il giornalismo d'inchiesta e si pone come obiettivo quello di scandagliare i limiti delle immagini per toccare i temi della morale, del lecito e del verosimile, argomento tutt'oggi molto attuali. Un'ottima anticipazione per scoprire nuove forme di cinematografia, in vista del prossimo Cinema Ritrovato.

INFO & PRENOTAZIONI: Spazio e immagini

Webform

Privacy Policy

Vista l'informativa Privacy estesa e preso atto che il trattamento dei dati verrà effettuato nei limiti imposti dal Regolamento (EU) 2016/679:

Autorizzo all'iscrizione alla newsletter per l'invio di materiale informativo e promozionale
Promosso in intestazione nel banner
No

Lucio Dalla. Anche se il tempo passa

 

La mostra viene ospitata all’interno del Museo Archeologico di Bologna e documenta l’intero percorso umano e artistico di Lucio Dalla, uno dei più amati artisti italiani e internazionali, che ha lasciato un segno indelebile nella storia della musica, dello spettacolo e della cultura.

Molti dei materiali esposti vengono mostrati al grande pubblico per la prima volta, rendendo l’esposizione una destinazione unica sia dai semplici curiosi che dai più grandi appassionati.

INFO & PRENOTAZIONI: Mostra Lucio Dalla

Webform

Privacy Policy

Vista l'informativa Privacy estesa e preso atto che il trattamento dei dati verrà effettuato nei limiti imposti dal Regolamento (EU) 2016/679:

Autorizzo all'iscrizione alla newsletter per l'invio di materiale informativo e promozionale
Promosso in intestazione nel banner
No

Pier Paolo Pasolini. Folgorazioni figurative

 

Pier Paolo Pasolini è nato a Bologna cento anni fa. Per celebrare questo avvenimento la Cineteca di Bologna dall'1 Marzo al 16 Ottobre 2022 ha inaugurato una mostra per celebrare un artista a tutto tondo, un creativo a cui le etichette non si addicono. "Un percorso per scoprire come le grandi opere della storia dell’arte si siano innestate nel lavoro cinematografico di Pasolini, in un dialogo senza fine."

INFO & PRENOTAZIONI: cinetecadibologna

Webform

Privacy Policy

Vista l'informativa Privacy estesa e preso atto che il trattamento dei dati verrà effettuato nei limiti imposti dal Regolamento (EU) 2016/679:

Autorizzo all'iscrizione alla newsletter per l'invio di materiale informativo e promozionale
Promosso in intestazione nel banner
No

Frida Kahlo. The experience – Palazzo Belloni

 

Un’esposizione completa sulla vita di Frida Kahlo. Negli spazi di Palazzo Belloni vengono ricostruiti gli ambienti e la vita di Frida, icona caratterizzata da una vita complicata da numerose avversità ma che ha saputo affrontare tutte le vicissitudini con estrema lucidità e resilienza. Verranno esposti abiti e proiettati numerosi contenuti digitali e interattivi che trasporteranno i visitatori nel mondo di Frida.

L’esposizione presenta la vita di Frida Kahlo, icona dalla difficile condizione fisica ma con una grande voglia di rivalsa e spirito di resilienza di fronte ai drammi che la vita le ha posto. Frida è riuscita a trasformare la sua condizione di svantaggio e soffrenza in un'energia che l'ha resa immortale agli occhi del mondo dell'arte, oltre che un'icona per tutti.

Il percorso analizza tutte le fasi della vita di Frida attraverso una selezione di scatti fotografici rivelatori: l’infanzia, seguita dalla pubertà dove si ribella ai canoni estetici e spirituali dell'epoca iniziandosi a vestire da uomo fino all'incontro con Diego Rivera, unico amore della sua vita. Sarà possibile anche visitare gli ambienti cari all'artista, dalla camera da letto allo studio di Casa Azuli, testimoni dello spirito da guerriera di Frida Khalo.

Per maggiori informazioni: Palazzo Bellomi - Bologna Welcome

Webform

Privacy Policy

Vista l'informativa Privacy estesa e preso atto che il trattamento dei dati verrà effettuato nei limiti imposti dal Regolamento (EU) 2016/679:

Autorizzo all'iscrizione alla newsletter per l'invio di materiale informativo e promozionale
Promosso in intestazione nel banner
No

Giovanni Boldini. Lo sguardo nell'anima

 

In occasione del novantesimo anniversario della sua morte avvenuta a Parigi nel 1931, la cornice di Palazzo Albergati di Bologna, con oltre 90 opere, ospita una straordinaria mostra dedicata a Giovanni Boldini.

Il fascino femminile, gli abiti sontuosi e fruscianti, la Belle Époque, i salotti: è il travolgente mondo di Giovanni Boldini, genio della pittura che più di ogni altro ha saputo restituire le atmosfere rarefatte di un’epoca straordinaria. Letteratura e moda, musica e lusso, arte e bistrot si confondono nel ritmo sensuale del can can e producono una straordinaria rinascita sociale e civile.

La mostra antologica Giovanni Boldini. Lo sguardo nell’anima, sviluppata su un registro narrativo cronologico e tematico al tempo stesso, presenta una ricca selezione di opere che esprime al meglio la maniera di Boldini, il suo saper esaltare con unicità la bellezza femminile e svelare l’anima più intima e misteriosa dei nobili protagonisti dell’epoca. Ecco quindi celebri opere provenienti da collezioni pubbliche e private come Mademoiselle De Nemidoff (1908), Ritratto dell'attrice Alice Regnault (1884), La contessa Beatrice Susanna Henriette van Van Bylandt (1903), La contessa De Rasty coricata (1880 ca.), La camicetta di voile (1906 ca.).

Una rassegna che però non si ferma all’esperienza internazionale e creativa di Boldini ma che, attraverso alcune importanti opere di confronto, presenta anche opere di artisti a lui contemporanei quali Vittorio Matteo Corcos, Federico Zandomeneghi, Gustave Leonard De Jonghe, Raimundo de Madrazo, Pompeo Massani, Gaetano Esposito, Salvatore Postiglione, José Villegas I Cordero, Alessandro Rontini, Ettore Tito, Cesare Saccaggi, Paul Cesar Helleu e Giuseppe Giani.

Info su www.palazzoalbergati.com

 

Webform

Privacy Policy

Vista l'informativa Privacy estesa e preso atto che il trattamento dei dati verrà effettuato nei limiti imposti dal Regolamento (EU) 2016/679:

Autorizzo all'iscrizione alla newsletter per l'invio di materiale informativo e promozionale
Promosso in intestazione nel banner
No

Moto bolognesi degli anni 1950-1960

 

Presso il Museo del Patrimonio Industriale dal 17 ottobre è visitabile la mostra riguardante 32 motociclette dei più importanti marchi degli anni '50 e '60, insieme a numerosi spezzoni video provenienti dall'Istituto Luce e immagini d'epoca che completano il percorso d'esposizione.

Il Museo del Patrimonio Industriale di Bologna presenta la mostra Moto bolognesi degli anni 1950-1960. In mostra 32 motociclette dei più importanti marchi del passato, correlati con filmati dell'Istituto Luce e immagini che descrivono il glorioso passato dei motori emiliani, tra produzione e agonismo; è in questi anni infatti che dal punto di vista delle competizioni, i Campionati Italiani e quello Mondiale, le gare nazionali e internazionali, così come quelle di gran fondo su strada, assurgono ad eventi sportivi per eccellenza, gli unici in grado di assicurare prestigio e notorietà. Nelle cilindrate da 125 a 250, primeggiano Ducati, Mondial, Moto Morini, aziende che possono permettersi gli elevati costi delle squadre corsa. 

Maggiori informazioni: Moto bolognesi degli anni 1950 - 1960

Webform

Privacy Policy

Vista l'informativa Privacy estesa e preso atto che il trattamento dei dati verrà effettuato nei limiti imposti dal Regolamento (EU) 2016/679:

Autorizzo all'iscrizione alla newsletter per l'invio di materiale informativo e promozionale
Promosso in intestazione nel banner
No

FICO Eataly World - Parco agroalimentare

 

Prenotando il tuo soggiorno al Corona D'Oro avrai accesso a tariffe speciali per le esperienze a FICO Eataly World

Lo spazio agroalimentare che coinvolge i cinque sensi ed un viaggio dal campo alla forchetta. FICO EatalyWorld ti regala un'esperienza autentica e vera per sperimentare e toccare con mano come nasce il cibo che troviamo nulla nostra tavola. 20.000 MQ di biodiversità! Il parco dell’agroalimentare più grande del mondo è aperto al pubblico dal 2017 grazie alla collaborazione tra il Comune di Bologna, Prelios e Fico Eataly World con Fondazione Fico e Caab.

Un'occasione unica per conoscere a fondo l’agricoltura e l’allevamento italiani. Due interi ettari dedicati ai campi e alle stalle,destinati a colture dimostrative e allevamenti didattici, in cui verranno rappresentate le principali cultivar dell’agricoltura italiana e le principali razze animali. Una vera e propria “arca” che racchiude tutta la ricchezza del nostro Paese.

Quest'estate Arena.Fico propone un ricco calendario di attività adatte a tutta la famiglia! Come Luna Farm, il parco divertimenti all’interno di FICO che si estende su 6500 metri quadri, coperti e climatizzati, che ospitano gli ambienti della fattoria del contadino Gianni disseminata di bizzarri macchinari che ruotano, saltano e volano. E per un dopo cena, puoi goderti uno spettacolo comico o un film nell’Arena estiva.

Scopri tutto il programma qui ww.fico.it

Webform

Privacy Policy

Vista l'informativa Privacy estesa e preso atto che il trattamento dei dati verrà effettuato nei limiti imposti dal Regolamento (EU) 2016/679:

Autorizzo all'iscrizione alla newsletter per l'invio di materiale informativo e promozionale
Promosso in intestazione nel banner
No